Aria Chianti Classico DOCG 2018

A pochi chilometri da Gaiole in Chianti nel cuore della Toscana un piccolo borgo medievale è stato sapientemente restaurato creando l’attuale conformazione di Borgo Casa al Vento. Il Borgo, ha un’attitudine naturale all’accoglienza e dispone di camere “con vigna” perché tutte circondate dai vigneti di Chianti Classico. Anche la piscina panoramica con vista sui vigneti offre una vista mozzafiato. Dal 2008, con lungimiranza e soprattutto rispetto della terra a Casa al Vento è stato deciso di riportare al biologico tutti i vigneti e gli ulivi. La Vendemmia è un rito e rappresenta la celebrazione di un'intera stagione, la trepida attesa per il vino che verrà. Le uve vengono attentamente selezionate, solo i migliori grappoli che hanno raggiunto la piena maturazione grappoli arrivano ad essere raccolti, rigorosamente a mano. L'uva viene quindi pigiata in modo soffice e portata in cantina. La sapiente scelta dei legni e l'attento uso degli stessi consentirà poi un affinamento che eleverà i vini e li renderà pronti per la bottiglia. Le etichette prodotte sono messaggere della forte identità territoriale. Il Borgo offre numerose esperienze: ristorazione a base di prodotti stagionali e tradizionali, piccole coccole di benessere (trattamenti, vinoterapia, bagno al vapore…) ed una cantina sempre aperta a visite e degustazioni.

Azienda: Casa al Vento

Annata: 2018

Tipologia: Vino Rosso

Denominazione: Chianti Classico DOCG

Regione: Toscana

Zona di produzione: Gaiole in Chianti (SI)

Vitigni: Sangiovese

Titolo alcolometrico: 14 % vol.

Vinificazione: In rosso sulle vinacce per 25-30 giorni con termocondizionamento del processo fermentativo

Affinamento: 12 mesi in barriques, affinamento 6 mesi in bottiglia

Temperatura di servizio: 16°-18°

Sistema di allevamento: Cordone Speronato

Raccolta: Manuale, prima decade di Ottobre

9.0pts.

HipsterWine.it

Note di Degustazione: Veste il bicchiere di un colore rosso rubino trasparente, vivace e luminoso. Ampio ed elegante bouquet olfattivo che rilascia in maniera precisa riconoscimenti fruttati di ciliegia, prugna, susina e pungenti note agrumate uniti a ricordi di rosa rossa selvatica e violetta. Si fanno strada, compostamente, profumi speziati di pepe nero e vaniglia, mai prevaricanti il frutto, eleganti note tostate di cioccolato e toni minerali. L’equilibrio si definirà con il passare del tempo. Al momento il gusto è coerente con prepotenti ritorni fruttati, trama tannica sostanziosa che emerge nel finale e che lavorando in sinergia con la freschezza dona lunghezza al sorso.

Abbinamento: Tagliata di manzo, scalogno al sale con tartufo