Cesarini Sforza Aquila Reale Riserva 2009

Da Parma, dove partecipavano al governo del Ducato, i Cesarini Sforza si trasferirono due secoli fa nell’allora Principato Vescovile di Trento: un membro della famiglia, il conte Filippo, assunse, infatti, come Podestà, la guida della città. A quell’epoca, le nobili casate come Cesarini Sforza si facevano titolo di merito – ed era naturale in un’economia prettamente agricola – di possedere e coltivare splendide campagne e, in una terra vocata alla viticoltura come quella trentina, d’avere vigneti di gran pregio, dai quali ricavare vini altrettanto preziosi.
E’ raccogliendo questa antica eredità che Lamberto Cesarini Sforza, nel 1974, fondò, assieme ad un ristretto gruppo di amici, l’omonima azienda vinicola con l’obiettivo di produrre spumanti di alta qualità che sapessero imporsi non solo tra i produttori trentini, ma anche sulla scena nazionale e internazionale.

Azienda: Cesarini Sforza

Annata: 2009

Denominazione: Trento DOC

Regione: Trentino

Zona di produzione: Ravina (TN)

Tipo di terreno: Calcareo, sabbioso.

Vitigni: Chardonnay

Titolo alcolometrico: 12.5 % vol.

Vinificazione: Acciaio

Affinamento: 90 mesi sui lieviti

Temperatura di servizio: 6°-8°

Sistema di allevamento: Pergola semplice trentina

Resa per HA: 35 hl/ha

Raccolta: Manuale

9.5pts.

HipsterWine.it

Note di Degustazione: Già dall'etichetta si presagisce una grande ed elegante qualità. Alla vista un giallo paglierino con riflessi dorati accantivante. Al naso un'esplosione di profumi morbidi e delicati di crema pasticcera, frutta a polpa gialla matura che ricordano una pesca e mela in piena maturità, arancia candita, miele, resina e pepe bianco con finale di nocciolina tostata e fieno secco. In bocca il sorso è cremoso, avvolgente, ritrovando tutte le sensazioni descritte con un finale minerale e leggermente sapido.

Abbinamento: Tagliatelle all'uovo con burro di malga e tartufo, pesce arrosto.