Matteo Zenegaglia Lugana DOP 2019

L’azienda fu fondata più di 80 anni fa da Vittorio Zenegaglia, il quale coinvolse nell’operazione anche i tre figli Luigi, Carlo e Severino Aldo. Nel 1971 essi danno vita alle Cantine Zenegaglia e, nel 1995, la terza Generazione rileva parte dell’ azienda, cominciando così l’attività dell’ attuale vitivinicola. Tre generazioni e un solo interesse: Produrre un buon vino nel rispetto della tradizione. I compiti in azienda sono oggi equamente divisi tra Vittorio, Alberto e Mauro Zenegaglia. Vittorio cura la campagna, mentre Alberto e Mauro con l’aiuto di Matteo (figlio di Mauro) seguono la lavorazione in cantina e le successive fasi di amministrazione e di commercializzazione del prodotto. Il terreno di natura calcarea, variamente stratificato di argilla compatta, è il risultato dei processi erosivi delle ultime due glaciazioni; artefici del grande anfiteatro morenico che modella il paesaggio attorno al basso lago. Con il contributo benefico del mite clima lacustre, queste terre sono divenute il luogo ideale per la coltivazione di un monovitigno autoctono dalle qualità uniche. Sono 20 gli ettari di vigneto di proprietà ubicati tra i comuni di Pozzolengo e Peschiera del Garda, allevati a Guyot con uve Turbiana di Lugana, Chardonnay, Cabernet Sauvignon e Merlot, che vengono vendemmiate a mano durante i mesi di settembre e ottobre. La raccolta manuale dei grappoli, la spremitura soffice, la fermentazione controllata e l’affinamento in barriques francesi di tostatura leggera segnano le fasi naturali di un percorso produttivo rimasto immutato nel tempo e saldamente legato alla sua storia familiare. Quantità limitate di produzione e lavorazioni esclusivamente artigianali.

Azienda: Fratelli Zenegaglia

Annata: 2019

Tipologia: Vino Bianco

Denominazione: Lugana DOP

Regione: Lombardia

Zona di produzione: Pozzolengo (BS)

Tipo di terreno: Calcareo-argilloso

Vitigni: Trebbiano di Lugana (Turbiana)

Titolo alcolometrico: 12.5 % vol.

Vinificazione: Pressatura soffice, fermentazione controllata in vasca d'acciaio

Affinamento: In vasca d'acciaio seguito da 2 mesi in bottiglia

Temperatura di servizio: 8°-10°

Resa per HA: 100 ql/ha

8.8pts.

HipsterWine.it

Note di Degustazione: Giallo paglierino paglierino con riflessi verdolini, trasparente e molto luminoso. Olfatto accattivante e vario che incita costantemente a nuove olfazioni. Emergono iniziali e delicati profumi di mela golden, pesca bianca, ananas, susina con note soffuse di rosa bianca. Si fanno notare riconoscimenti di erbe aromatiche mediterranee ed erbacee di erba tagliata, accompagnate da una costante presenza minerale che ricorda la selce bagnata. Al palato il primo ingresso è voluminoso e vellutato, subito stemperato da una verve fresco-sapida. Ma è la freschezza che vince. Lascia la bocca dinamica, solcata da un'energia viva ed interrotta. Ritorni fruttati che rendono la persistenza molto lunga e lasciano la bocca appagata. Finale con leggera nota amaricante.

Abbinamento: Hamburger di pesce spada con cipolla rossa di Tropea al bergamotto