Gagliole Colli della Toscana Centrale IGT 2016

La famiglia Bär-Bettschart di nazionalità svizzera fu folgorata dalla bellezza del Chianti Classico e decise di fermarsi in Castellina in Chianti (SI) per creare un vino che parlasse di questi luoghi e della loro atmosfera. Nasce così nel 1990 l’azienda vitivinicola Gagliole che oggi si suddivide in due corpi distinti di vigneti. Uno situato nella Conca d’Oro di Panzano in Chianti da dove provengono le uve per i due IGT Gagliole e Pecchia e per il Chianti Classico Rubiolo. Il secondo a Castellina in Chianti dove, su antichi terrazzamenti di una bellezza mozzafiato, viene raccolta l’uva per il Chianti Classico Gallule, un Sangiovese in purezza. In totale l’azienda può contare su 50 ettari di proprietà di cui circa 20 vitati e 16 destinati ad uliveti. L’età dei vitigni varia tra i due e i quarant’anni, per dar vita a un perfetto equilibrio tra gioventù e maturità, freschezza e sapienza. Oltre alla produzione di vini e di olio extra vergine di oliva, la famiglia Bär-Bettschart ha creato a Panzano in Chianti un accogliente luxury bed & breakfast, La Valletta. Il marchio di Gagliole, raffigurante un compasso con la trave orizzontale in equilibrio, è lo stemma della vecchia casa della famiglia Bettschart e porta in sé valori di qualità, cura e precisione. In epoca medievale i costruttori delle case marcavano il loro lavoro con quello che nel corso del tempo è diventato uno stemma

Azienda: Gagliole

Annata: 2016

Tipologia: Vino Rosso

Denominazione: Colli della Toscana Centrale IGT

Regione: Toscana

Zona di produzione: Castellina in Chianti (SI)

Tipo di terreno: Suoli franco argilloso ricco in scheletro

Vitigni: Sangiovese 98%; Cabernet Sauvignon 2%

Titolo alcolometrico: 14.5 % vol.

Vinificazione: Parte della vinificazione avviene integralmente in barrique e parte in botti, seguiti da un élevage di quattro mesi in vasca di cemento naturale

Affinamento: 18 mesi in barrique di rovere e di produzione francese. Il 20% dei contenitori usati sono di legno nuovo e l’80% di secondo passaggio. Successivo affinamento in bottiglia per un anno

Temperatura di servizio: 16°-18°

Resa per HA: 35/40 ql./ha

Raccolta: A mano in cassette piccole ed in cantina scelta a mano delle uve migliori

9.1pts.

HipsterWine.it

Note di Degustazione: Nella Conca d’Oro di Panzano in Chianti, una delle aree più vocate del Chianti Classico, nasce Gagliole IGT, storico vino della tenuta da cui prende il nome. Il campione in degustazione è un elegante blend di Sangiovese con un tocco di Cabernet Sauvignon dell’annata 2016, della quale sono state prodotte 5.000 bottiglie circa. Le uve provengono da due delle migliori parcelle della proprietà panzanese. Rosso rubino dotato di buona trasparenza, vivido e lucente. Olfatto fitto, verticale ed intenso che permette di riconoscere le caratteristiche del terroir di Castellina in Chianti. Trasmette gustosi ricordi di ciliegia sotto spirito, mora e prugna in confettura e note di gelatina di lampone. Seguono fragranti note di rosa rossa e viola impreziosite da riconoscimenti lievemente erbacei/vegetali. Con l’aerazione emergono ulteriori profumi speziati di pepe nero, cannella e chiodi di garofano a cui seguono accenni di torrefazione e cioccolato. L’epilogo olfattivo ricorda la grafite bagnata. Tutte le sensazioni si rincorrono tra loro, ed emergono con buona scansione temporale. Il sorso è piacevole, opulento e caldo. L’avvolgenza iniziale viene immediatamente stemperata dalla vena acida che sorregge una trama tannica sontuosa, non ancora domata. Termina decisamente persistente con piacevole retrogusto amaricante

Abbinamento: Filetto di manzo con salsa alle aringhe e broccoli all’aglione