Gortinaia Syrah Cortona DOC 2015

L'azienda a conduzione familiare nasce nei primi del '900 sulle colline tra Cortona e Montepulciano (terra del vino Nobile) al confine tra le province di Arezzo, Siena e Perugia. Dal centro Aziendale posto a 360mt s.l.m. si intravedono il Lago Trasimeno, le montagne cortonesi, il Monte Amiata ed il Subasio. I vigneti da sempre presenti in azienda, iniziano ad essere ammodernati dalla metà degli anni '90 con l'introduzione di varietà locali e internazionali, che meglio esprimono le proprie caratteristiche in questo territorio. E in queste colline, vocate fin dai tempi più antichi alla produzione di uve di altissima qualità, la famiglia coltiva oggi circa 10 Ha di vigneto con sesto d’impianto ad alta densità (circa 5200 ceppi/Ha) ed il metodo principale di allevamento è il cordone speronato. Le varietà presenti sono Syrah, che è il vitigno alla base della Denominazione Cortona D.O.C., il Merlot, il Cabernet Sauvignon ed il Sangiovese. Recentemente sono stati impiantati anche dei vitigni a bacca bianca, quali lo Chardonnay ed il Viognier.

Azienda: Poggio Sorbello

Annata: 2015

Tipologia: Vino Rosso

Denominazione: Cortona DOC

Regione: Toscana

Zona di produzione: Centoia (AR)

Tipo di terreno: Argillo-Sabbioso

Vitigni: Syrah

Titolo alcolometrico: 14.5 % vol.

Vinificazione: La fermentazione, che varia dai 20 ai 35 giorni, avviene in tini di acciaio a temperatura controllata, i mosti non superano mai la temperatura di 27° C. Dopo tale periodo i vini vengono separati dalle vinacce con una pigiatura molto soffice

Affinamento: 1 anno in barriques di rovere francese

Temperatura di servizio: 16°-18°

Sistema di allevamento: Cordone Speronato

Resa per HA: 70 ql/ha

Raccolta: Manuale, in cassette, con cernita manuale degli acini dopo la diraspatura

8.8pts.

HipsterWine.it

Note di Degustazione: Secondo la leggenda, Gortinaia è il nome che l’eroe greco Ulisse dette alla città di Cortona, nonché la culla dei vigneti dell’azienda Poggio Sorbello. Un nome importante quindi per questo Syrah, che si presenta con un colore rosso rubino deciso e quasi impenetrabile. I richiami porpora rendono ancora più piacevole l’aspetto. I profumi si espandono già alla mescita: un fruttato di prugna e marasca accompagnano una bella contrapposizione tra spezia dolce e piccante, nello specifico riconosciamo pepe nero e vaniglia. Un profilo caldo e rotondo nel complesso che continua sul finale con richiami vegetali. Il sorso è corposo, piena il palato e rivela una consistenza quasi da mordere. Un tannino giovane ma ben integrato, trova nella freschezza un ottima alleata, che pulisce il palato e lascia piacevoli ricordi agrumati.

Abbinamento: Filetto di vitello rum e arancia