La Ripe Bianchello del Metauro DOC 2020

L’azienda Agricola Roberto Lucarelli sorge a 225 metri sopra il livello del mare, nel cuore del paesaggio e del clima marchigiano, in una zona in cui scorre il fiume Metauro. La storia dell’azienda Lucarelli inizia ufficialmente nell'anno 1998, quando Roberto, già da anni nel settore agricolo, decide di acquistare un appezzamento e farsi da solo, guadagnando progressivamente terreno (in tutti i sensi) nel settore dell’enologia di qualità. Per prima cosa venne fatta costruire, ex novo, Ia cantina dotata di tecnologie all'avanguardia. Ai pochi vigneti e uliveti già presenti, si aggiungono vigneti di nuovo impianto, la cui scelta è influenzata dai vitigni storicamente presenti, ovvero il Bianchello del Metauro e il Sangiovese dal Cannello Lungo, giungendo a coprire, in totale, una superficie di circa 35 ettari. l vini dell’azienda raccontano il terroir nelle versioni bianco, rosso e spumante. I bianchi sono Bianchelli del Metauro; i rossi Colli Pesaresi Sangiovese, anche Riserva, con un invecchiamento in barrique che aiuta il Sangiovese a manifestare tutto il suo temperamento. Lo spumante, invece, è ottenuto da cuveé di uve Bianchello e Verdicchio con un processo di rifermentazione in autoclave. Dal 2014 la vigna è coltivata secondo i dettami dell’agricoltura biologica. Con la stessa passione e rispetto per la natura è iniziata la produzione di nuovi vini, le cui uve provengono dai vigneti coltivati in una zona ad alta vocazione, il San Bartolo. Le alte colline, Ia vicinanza al mare ed il costante lavoro in vigna hanno permesso di ottenere uve straordinariamente qualitative, quali il Pinot Nero, lavorato con cura e massima attenzione, prodotto sia in purezza vinificato in rosso, sia in versione Riserva, ma anche nello Spumante Metodo Classico dedicato al padre Giulio per la sua costante e determinante presenza.

Azienda: Roberto Lucarelli

Annata: 2020

Tipologia: Vino Bianco

Denominazione: Bianchello del Metauro DOC

Regione: Marche

Zona di produzione: Ripalta, Cartoceto (PU)

Tipo di terreno: Argillosi

Vitigni: Bianchello del Metauro

Titolo alcolometrico: 13 % vol.

Vinificazione: In bianco senza macerazione, in acciaio con controllo della temperatura di fermentazione. Viene imbottigliato solo il prodotto di prima scelta di pressa

Affinamento: In acciaio per sei mesi ed affinamento in bottiglia per due mesi prima dell’immissione in commercio

Sistema di allevamento: Guyot

Resa per HA: 100 ql./ha

Raccolta: Manuale

9.0pts.

HipsterWine.it

Note di Degustazione: Si presenta nel bicchiere con un colore giallo paglierino tenue trasparente, vivace ed impalpabile. In primo piano emergono le note agrumate di pompelmo seguite da quelle di pesca bianca, albicocca, susina, melone bianco, da quelle pungenti di biancospino e ginestra e di fresche erbe aromatiche. Una bella nota minerale chiude l’indagine olfattiva. Il vino presenta una facilità di beva mostruosa, con una affilata freschezza che supere i pur evidenti accenni di sapidità. Persistenza coerente con la tipologia del vino. Eccellente il rapporto qualità prezzo per questo vino che è l’ideale compagno della tavola quotidiana.

Abbinamento: Spaghettoni vongole, acciughe, capperi e mollica di pane al prezzemolo