Nemora Cesanese di Affile DOC 2018

L’azienda sorge a 500 metri di altezza, all’interno di un bosco nel quale è piuttosto comune imbattersi nelle volpi, che popolano questa zona ancora incontaminata e per questo motivo, il logo aziendale rappresenta una volpe. I suoli su cui giacciono le viti sono costituiti da terre bianche, prevalentemente sabbiose, soggette a particolare condizioni climatiche: gli inverni rimangono piuttosto rigidi, mentre le estati sono caratterizzate da una importante escursione termica fra il giorno e la notte. Nel 2001 iniziò la trasformazione di questo pendio, prima con operazioni di livellamento e scasso e poi con la messa a dimora delle barbatelle del vitigno cesanese di Affile. Negli anni a seguire furono impiantati quattro ettari di vigneto, anche attraverso la creazione di alcuni terrazzamenti. La forte pendenza rende complesse alcune lavorazioni che ancora sono effettuate a mano. Il sistema di allevamento è il cordone speronato con un sesto di impianto ad alta densità, di 2 metri tra i filari e 0,75 metri sulla fila. L’antico casale, posizionato a nord, è stato l’unico ristrutturato dei quattro presenti in azienda, diventandone il centro operativo. Al suo interno troviamo la sala di degustazione e la cantina. La cantina è termocontrollata ed è costituita sia dai tradizionali vinificatori verticali che da quelli orizzontali a cappello sommerso, con microossigenazione guidata. Per l’affinamento, inizialmente sono state usate botti grandi da 2000 litri, come la tradizione del territorio richiedeva, per poi passare a tonneaux di rovere francese da 500 litri.

Azienda: Az. Ag. Raimondo

Annata: 2018

Tipologia: Vino Rosso

Denominazione: Cesanese di Affile DOC

Regione: Lazio

Zona di produzione: Affile (RO)

Vitigni: Cesanese di Affile

Titolo alcolometrico: 14 % vol.

Vinificazione: Vinificazione a temperature intorno ai 25/27 gradi e macerazioni di circa 8 giorni, volta alla rispettosa valorizzazione della qualità delle uve

Affinamento: La maturazione avviene parte in acciaio e parte in botti di legno da 500 litri di vario passaggio, per 9/12 mesi. Per tutelare l’integrità del vino, viene effettuata una sola filtrazione sgrossante prima dell’imbottigliamento

Temperatura di servizio: 16°-18°

Raccolta: Raccolte a piena maturazione, nell’ultima decade di ottobre

9.0pts.

HipsterWine.it

Note di Degustazione: Secondo l’intenzione del produttore il Nemora (il cui nome fa riferimento alla terra ricoperta un tempo da boschi) vuole essere un vino di territorio, con l’intento di rappresentare in modo autentico e pieno il Cesanese di Affile nelle diverse annate. Esso è bevibile sin da giovane, con possibilità di ulteriore evoluzione tra i 3 ed i 5 anni dalla vendemmia. Si presenta nel bicchiere con un colore rosso rubino trasparente quasi impalpabile, estremamente luminoso. Impatto olfattivo orientato sul riconoscimento di piccoli frutti freschi rossi come il lampone, il ribes, la ciliegia acquaiola che poi lascia emergere profumi di rosa canina, ed un ricordo, tant’è integrato, di spezie dolci come cannella e vaniglia. Nel finale si fanno spazio note soffuse di torrefazione ed intriganti di bitter. Il sorso è leggiadro nell’ingresso in bocca, e mostra un vino dalla dinamicità fresca e beverina che vince la presenza di un tannino ormai integrato nel vino, di estrema piacevolezza. Lungo il finale fruttato accompagnato da una scia sapida.

Abbinamento: Costolette di abbacchio alla scottadito con cicoria ripassata in padella