Oselara Lugana DOC 2019

L’Azienda Agricola Oselara si trova a sud del lago di Garda, nel comune di Pozzolengo, precisamente in località Oselara, dalla quale prende il nome, e si estende su una superficie vitata di 13 ettari, alcuni dei quali si trovano anche nel confinante comune di Peschiera. Beneficia di un clima temperato-continentale, che localmente manifesta condizioni notevolmente mitigate dalla massa d’acqua del lago. Il terreno è di natura calcarea, stratificato di argilla, frutto dei processi erosivi, con un buon grado di fertilità, luogo ideale per la coltivazione di un vitigno autoctono come la Turbiana di Lugana. Oselara si trova proprio nel cuore del territorio della denominazione Lugana, ed è una realtà economica familiare dal fascino contadino. Le vigne sono costituite da vecchie viti, anche con propri cloni particolari, coltivati con metodi tradizionali e la vendemmia viene effettuata manualmente, garantendo un'attenta cernita delle uve. La filosofia dell‘azienda per ottenere vini di ottima qualità si basa sul mantenere basse rese per ettaro, non uso di diserbanti chimici effettuando invece lavorazioni sulla fila, uso di concimi naturali, selezione dei grappoli in fase di vendemmia, separazione del mosto fiore. La cantina è dotata di moderne attrezzature, di molti vasi vinari in acciaio con fermentazione controllata a freddo e alcuni vasi vinari in legno solo per i vini rossi.

Azienda: Az. Ag. Oselara

Annata: 2019

Tipologia: Vino Bianco

Denominazione: Lugana DOC

Regione: Lombardia

Zona di produzione: Località Oselara, Pozzolengo (BS)

Vitigni: Trebbiano di Lugana (Turbiana)

Titolo alcolometrico: 13 % vol.

Vinificazione: Fermentazione in acciaio a temperatura controllata. Tutto il processo viene effettuato in azoto e la seconda pressatura non entra nel prodotto imbottigliato

Affinamento: Acciaio

Temperatura di servizio: 10°-12°

Sistema di allevamento: Filari con potatura Guyot doppio capovolto

Raccolta: Manuale, tra fine Settembre e inizio Ottobre

9.0pts.

HipsterWine.it

Note di Degustazione: Giallo verdolino con lievi riflessi paglierino, molto luminoso e trasparente. Si distende in maniera delicata all'olfatto, facendo emergere frutta fresca quale la susina, la pera Williams, note tropicali di ananas e agrumate di pompelmo seguite da fiori di gardenia e acacia. Subito dopo si fanno notare profumi di erbe aromatiche come la menta fresca e sensazioni minerali. Sorso presente e solo inizialmente voluminoso, che tuttavia possiede dinamicità data dall’equilibrio delle componenti fresco-sapide che gli donano beva. È delicato, lieve, soffuso, eppure persistente. Finale elegante con ritorni agrumati.

Abbinamento: Antipasto di triglie con salsa alle erbette