Rosso del Lupo Valcalepio Rosso DOC 2017 Vino Biologico

L’Azienda Agricola Tosca nasce nel 2000, quando i coniugi Locatelli, già attenti e interessati ai principi dell’agricoltura biologica, decidono, con l’aiuto dei figli, di dedicarsi ai nove ettari di loro proprietà, interamente terrazzati ed ottimamente esposti sulle dolci colline di Pontida, all’ingresso della Val San Martino. I vigneti, di recente realizzazione, sono stati impiantati con uve di Merlot, Cabernet Sauvignon, Chardonnay, Pinot grigio e Franconia. Grazie all’attenta collaborazione con l’agronomo Angelo Divittini dello studio agronomico SATA e alla particolare conformazione e fertilità del territorio, l’azienda porta avanti una Viticoltura Biologica a bassa resa che, dal 2004, consente di ottenere vini caratteristici e con una spiccata personalità. La ricerca di un prodotto di qualità nel rispetto della natura, guida il lavoro dell’azienda, e si riflette nella scelta della coltivazione biologica dei nostri campi.

Azienda: Az. Ag. Tosca

Annata: 2017

Tipologia: Vino Rosso

Denominazione: Valcalepio Rosso DOC

Regione: Lombardia

Zona di produzione: Pontida (BG)

Vitigni: Merlot 70%, Cabernet Sauvignon 30%

Titolo alcolometrico: 14 % vol.

Vinificazione: Biologica

Affinamento: 7 mesi acciaio e 12 mesi tonneaux di rovere

Temperatura di servizio: 14°-16°

Sistema di allevamento: Cordone speronato e Guyot

Resa per HA: 60 ql/ha

8.6pts.

HipsterWine.it

Note di Degustazione: Rosso del Lupo veste il calice di un bel rosso rubino e mostrando consistenza alla rotazione nel bicchiere. L'impatto con il naso è tipico e difficile da dimenticare. Si lasciano comprendere sensazioni fruttate che ricordano le more di rovo e ed il ribes, per poi proseguire in questa attraversata nel verde con note di sottobosco e sfumature vegetali. Sono lievi gli accenni di speziatura dolce. Al sorso conferma la sua corposità, riempiendo la bocca e mostrando un tannino giovane e audace, in piena sintonia con la struttura. Epilogo sapido che richiama al sorso successivo, con rimandi fruttati e leggermente amaricanti.

Abbinamento: Guanciale di vitello con polenta