Runcata Soave Superiore DOCG 2019

La storia della famiglia Dal Cero inizia nel 1934, in provincia di Verona, quando Augusto Dal Cero acquista nel comune di Roncà un terreno dominato da due vulcani spenti: Crocetta e Calvarina che costituisce il nucleo storico delle proprietà aziendali. Guardare al vino come un modo per andare incontro alle persone e comunicare attraverso i sensi con semplicità è la chiave di lettura del successo di questa famiglia del vino che pur non avendo una certificazione che attesti la coltivazione biologica e/o biodinamica, rispetta la natura e cerca in essa un equilibrio naturale tra il terreno e tutti i suoi organismi per ottenere da viti sane uve che permettono di creare vini di alta qualità. Nel corso del tempo altre tenute si aggiungono alle proprietà aziendali: all’inizio degli anni ’80 in Toscana, a Cortona, viene acquistata la Tenuta Montecchiesi, dove oltre al sangiovese viene impiantato il sirah, ed in tempi recenti l’attenzione della famiglia Dal cero viene catturata da un'altra tenuta in Valpolicella, su un territorio che è distante solo 15 chilometri da Soave. In tutte le tenute viene perseguito il principio di “risalire al carattere di un territorio” per “dare una voce unica ad ogni singolo vino”. In particolare il vino in esame proviene dalla Tenuta Corte Giacobbe in Soave di Roncà, nella quale i vigneti sono posti alle pendici dei due vulcani spenti, Calvarina e Crocetta con terreni in generale di origine vulcanica, composti da lava e tufo, ricchi di microelementi che determinano le spiccate caratteristiche aromatiche e minerali dell'uva ed una piacevole sapidità del vino. Nelle piccole terrazze che salgono in alto si alternano, in base alla composizione del terreno ed alla ventilazione, i diversi tipi di uve: Garganega, Durella, Chardonnay e Pinot Grigio. Le notevoli escursioni termiche che si sviluppano durante tutto l'arco dell'anno, caratterizzano il micro-clima che di base si presenta temperato. La circolazione d’aria fredda, proveniente dalla catena montuosa Alpina influisce in maniera determinante sull’aromaticità dei vini.

Azienda: Tenuta Corte Giacobbe (Dal Cero Family)

Annata: 2019

Tipologia: Vino Bianco

Denominazione: Soave Superiore DOCG

Regione: Veneto

Zona di produzione: Vigneti situati tra due vulcani spenti, il Calvarina ed il Crocetta. Roncà (VR)

Tipo di terreno: Suoli calcarei, ricchi di basalto e tufo grigio e nero di origine oceanica

Vitigni: Garganega

Titolo alcolometrico: 13 % vol.

Vinificazione: Pressatura soffice delle uve tramite processo “inertys”. Selezione del mosto fiore e fermentazione a temperatura controllata (11-15°C) in botti grandi di legno

Affinamento: 12 mesi in botti grandi da 20 ettolitri a temperatura controllata. Seguono 8 mesi di affinamento in bottiglia

Temperatura di servizio: 12°-14°

Sistema di allevamento: Pergola Veronese e Guyot

Raccolta: Manuale con doppio passaggio al fine di selezionare l'uva con una maturazione ottimale, generalmente si svolge nel mese di Ottobre

9.2pts.

HipsterWine.it

Note di Degustazione: Si presenta nel bicchiere di un colore giallo paglierino tenue con lievi riflessi verdolini, estremamente trasparente, quasi fosse acqua di fonte. All'olfatto sprigiona sentori prepotenti di cenere e lava che rappresentano la cornice all’interno della quale si collocano gli altri riconoscimenti olfattivi. I croccanti riconoscimenti fruttati di agrume, mela, pesca ed albicocca sono seguiti da quelli floreali di glicine, camomilla e fiori di campo. Suggestioni di burro fuso e cipria si aprono lentamente a ricordi di erbe aromatiche come la melissa ed il timo. Al palato il vino è dotato di un buon corpo, avvolgente e sicuro nella progressione gustativa, scandito da una freschezza dilagante che trova il suo epilogo in una persistente nota sapida finale. Coerentemente con l’indagine olfattiva emergono ricordi fruttati orientati verso l’agrume maturo in cui si insinuano stabilì note sapide. Interessante l’assaggio a distanza di qualche anno.

Abbinamento: Risotto Carnaroli, baccalà con salsa verde alle erbe aromatiche ed acciughe