Solare Toscana IGT 2013

La storia dell’azienda agricola Capannelle ha inizio nel 1974 quando l’imprenditore Raffaele Rossetti si trasferisce in un vecchio casale seicentesco circondato da 10,5 ettari di terreno a Gaiole in Chianti, città natale del vino Chianti Classico.
Dopo accurate analisi iniziano i lavori per un nuovo impianto di 3,5 ettari di vigneto specializzato con uvaggi autoctoni quali il Sangiovese, il Canaiolo, il Colorino e la Malvasia nera. Due ettari sono predisposti per ospitare l’oliveto.
Il casale viene rinnovato e riportato all’antico splendore con sapienti interventi strutturali e restaurativi. Sotto il casale inoltre viene allestita una modernissima cantina con collegamenti e tubature di acciaio inox all’avanguardia per la tecnologia del tempo.
La prima etichetta risale al 1975: si tratta di un vino da tavola che prende semplicemente il nome di Capannelle. Questa prima prova, porterà l’azienda a emergere nel panorama dei produttori di qualità, grazie all’attenta gestione dei vigneti e all’utilizzo di moderne tecnologie. Nel 1977 vengono introdotte le barrique provenienti dal Massiccio Centrale Francese, che nell’arco di pochi anni diventano un vero cult tra gli appassionati. Nel 1986 parte la sperimentazione sul vino bianco: dopo due anni nasce Capannelle Chardonnay fermentato e affinato in barrique.

Azienda: Capannelle

Annata: 2013

Tipologia: Vino Rosso

Denominazione: Toscana IGT

Regione: Toscana

Zona di produzione: Gaiole in Chianti (SI)

Vitigni: Sangiovese 80%; Malvasia 20%

Titolo alcolometrico: 13 % vol.

Vinificazione: Tini troncoconici di rovere di Slavonia da 13-30 hl

Affinamento: Circa 18 mesi in Barrique francesi

Temperatura di servizio: 16°-18°

Resa per HA: 35 hl/ha

9.3pts.

HipsterWine.it

Note di Degustazione: L’azienda Capannelle esce fuori dagli schemi della denominazione territoriale di Gaiole in Chianti con Solare, un Toscana IGT prodotto con uve Sangiovese e Malvasia Nera. Veste il bicchiere di un colore rosso rubino vivido e luminoso, tralasciando nei bordi leggere sfumature granato. Al naso troviamo un ampio e rotondo bouquet olfattivo che si distende lentamente con profumi di frutta in confettura come ciliegia e ribes, seguite da una piacevole alternanza di spezie dolci e pepe nero. Rosa rossa, sottobosco e note mentolate si uniscono a tostature di cacao e tabacco, sfumando poi in richiami ferrosi. Il sorso è rotondo e porta con se richiami fruttati e tostati. La trama tannica, dolce e in evoluzione, si trova in perfetta sinergia con la freschezza, donando piacevolezza di beva ed un ottima prospettiva futura. Un finale sapido e dalla lunga persistenza, mostra una mineralità che eleva la qualità della bevuta.

Abbinamento: Tortellini di castagne ripieni di cinghiale e sugo di porcini